Nata per la musica

Scritto da Redazione on . Postato in Interviste

 silviap32

Silvia Pirani, cantante per passione e per vocazione, arriva dalla provincia di Ferrara e debutta sul palcoscenico giovanissima all’età di 14 anni. Dopo aver studiato canto e vinto anche una borsa di studio che la ha permesso di perfezionarsi con Silvia Mezzanotte, ex vocalist dei Matia Bazar, ora si dedica a tempo pieno alla musica facendo serate di pianobar e incidendo nuove canzoni. Ecco l’intervista di Solitoposto!

Pur essendo ancora giovanissima hai già tanti anni di esperienza alle spalle. Come è nata la tua passione per la musica?
Non c’è stato un momento preciso in cui è nata, è una cosa che si ha dentro come il sangue, i polmoni, la musica. Ho sempre saputo che amavo questo vibrare astratto di frequenze fin da piccolissima, poi nel tempo l’ho coltivata.

Tra le cover che hai cantato qual è quella che preferisci?
Vado a momenti, in questo periodo ho “Wishing on a star” nella versione di Beyoncè. Potete trovare una mia interpretazione di questo pezzo su youtube a questo link.

Nel campo musicale qual è il tuo artista preferito?
Dai che cattivo uno è impossibile… Etta James, Rechelle Ferrel, Beyonce, Alicia Keys, W. Houston, Sade, Incognitio, Mina, Elisa, Giorgia, insomma sono molto BlackMusic.

Oltre che cantante sei anche vocalist, come è il tuo rapporto con il pubblico?
Ottimo credo, la gente mi carica, questa carica la sfrutto per dare il meglio, trasmettere quel qualcosa e se lo scambio di energia funziona è un dare e un avere e alla fine non si capisce più chi è che dona e chi riceve.

Nella scena musicale italiana qual è, secondo te, il cantante o la cantante più sopravvalutato?
Laura Pausini e Ligabue, so che sto toccando due mostri sacri e farei carte false per avere anche solo metà della loro carriera e non dico che non siano bravi ma credo ci sia gente che lo è di più ma che ha meno successo. Senza parlare di me ovviamente, prendiamo Giorgia, non è internazionale come Laura ed anche in Italia è meno seguita ma credo canti molto meglio ma è solo il mio parere…

Nel tuo mestiere quanto conta l’aspetto fisico?
L’aspetto fisico è tutto, purtroppo, se ho voluto lavorare in un certo circuito ho dovuto dimagrire curare il look e atteggiarmi in un certo modo. Direi che è l’80% se avessi avuto meno voce e dieci centimetri in più forse avrei lavorato ancora di più.

Cosa ne pensi del mondo discografico italiano?
Che è in crisi… e il più delle volte non meritocratico

A tuo parere, tralasciando la grande visibilità che danno, dal punto vista artistico e formativo sono utili i reality musicali tipo “X-Factor”?
Sì e no. Sì perchè ti proiettano in un mondo di professionisti, ti fanno scalare gradini in fretta inserendoti in un circuito molto valido. No perchè creano confusione, tutti cantano ora, hanno dato un’immagine dell’artista “facile” sembra che tutti possono cantare, il talento e la passione passano in secondo piano ed emerge la voglia di apparire come persona, perchè fa “figo” e perchè si guadagna tanto. Chi parte dalle radici sa che c’è bisogno in primis avere talento ma il talento va curato, bisogna studiare darsi da fare, aggiornarsi, ore di ricerche per farsi un repertorio, ore di macchina per arrivare ai locali dove cantare o alla scuola per studiare o il concorso piuttosto che il provino… tanti sacrifici e se non si ha la passione non si resiste a lungo.

Hai mai fatto provini o inviato demo a case discografiche importanti?
No, credo sia meglio farlo pervenire di persona e trovare il modo per arrivarci non è assolutamente facile.

Una domanda di rito: progetti per il futuro?
Male che vada continuare così: ho la fortuna che la mia passione coincide con il mio lavoro, ho un buon giro di locali faccio molte serate che mi permettono di stare bene. Ovviamente è un discorso legato all’età, invecchiando dovrò cambiare tipologia di locali ma mi sta bene, non mi immagino a 40 anni a cantare per un pubblico di ventenni.
Bene che vada fare il salto di qualità: il cd che ho nel cassetto di inediti vorrei che diventasse il primo di una serie di album, e quindi produzione, tournè e tutto ciò che ne consegue. Intanto questa estate ho già molto lavoro, tutti i week end impegnati fino settembre e avrò un singolo che girerà su emittenti del Triveneto con la speranza che vada bene e si possa diffondere in tutta Italia, vediamo…

Come trascorri il tuo tempo libero? Hai qualche hobby particolare?
Sono un animale sociale il tempo libero mi piace passarlo in famiglia o con gli amici, tra l’altro adoro ballare sopratutto salsa e sì… sono una salsera! Ma non ho tanto tempo libero questo è un lavoro che ti impegna quando gli altri sono in festa e viceversa.

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento


Sei un'aspirante modella? Pubblica gratis il tuo book fotografico!

Sei un cantante? Suoni in una band musicale? Pubblica gratis la tua scheda!

Sei un deejay? Vuoi farti conoscere? Pubblica gratis la tua scheda!

Sei un attore, un fotografo o un artista? Pubblica gratis la tua scheda!